Viaggiare a Siviglia – situazione Covid attuale

È sicuro viaggiare a Siviglia adesso? La situazione spesso è cambiante ed imprevedibile però da 2-3 settimane i nuovi casi stanno diminuendo molto lentamente (febbraio 2022). Malgrado ciò la tassa di contagio in Andalusia si è mantenuta abbastanza bassa rispetto alla tassa delle altre provincie del nord della Spagna motivo per il quale la capitale dell’Andalusia è stata e continua ad essere una delle mete preferite dai turisti spagnoli e anche italiani (sebbene non si possa fare la comparazione con il 2019 ovviamente). Siviglia è una città con un clima molto mite d’inverno per cui è conveniente e gradevole, quando possibile, svolgere attività di svago all’aria aperta o sedersi ai tavoli dei ristoranti all’aperto.

In questo articolo (che rimarrà sempre aggiornato) scopriremo quali sono i requisiti burocratici e sanitari per viaggiare a Siviglia dall’Italia, cosa si può visitare, le misure di sicurezza più importanti e le norme da seguire.

Ricordo che l’articolo è stato redatto solo a fini informativi e d’opinione, per un ulteriore approfondimento e aggiornamento, qualora decidiate di prendere la decisione di viaggiare a Siviglia, vi consiglio vivamente di consultare i siti delle autorità sanitarie spagnole e andaluse e l’Ambasciata d’Italia a Madrid. 🚨🚨 Questo sito è esento di qualsiasi responsabilità in merito e non ha l’obbligo di far fronte ad eventuali aggiornamenti da parte del Governo Italiano.

È sicuro viaggiare con il Covid a Siviglia? Vediamo gli antecedenti e siamo onesti

Sebbene Siviglia abbia ottenuto nel 2020 il prestigioso certificato Global Safe Stamp concesso dal World Travel & Tourism Council (WTTC) come destinazione sicura, spesso la situazione sanitaria è sempre stata difficile da controllare della forma più effettiva possibile con continui adattamenti legislativo-sanitari alla situazione del momento, come è avvenuto peraltro nel resto Mondo.

Per adesso (febbraio 2022) la maggior parte degli spagnoli ha ricevuto la seconda e terza dose [vedi % vaccinati aggiornata] ed i casi sembrano scendere gradualmente, perciò, da ciò che si evince dalle ultime notizie, i motivi per cui essere fiduciosi cominciano ad essere fondati.

Quarantena all’arrivo?

La quarantena non è prevista per chi arriva in Spagna dall’Italia e da qualsiasi paese dell’Unione Europea, da come si deduce dall’articolo dell’ambasciata italiana a Madrid

È consentito l’ingresso in Spagna da tutti i Paesi europei ed appartenenti allo spazio Schengen, senza obbligo di quarantena.

Per ulteriori approfondimenti: https://ambmadrid.esteri.it/ambasciata_madrid/it/ambasciata/news/dall_ambasciata/emergenza-covid-19-coronavirus.html

Certificato vaccinazione completa, tamponi PCR o test rapidi antigenici?

Per entrare in Spagna dall’Italia è obbligatorio presentare uno di questi documenti: certificato di vaccinazione completa; test molecolare o antigenico negativo effettuato nelle 48 ore antecedenti l’ingresso nel Paese; certificato di guarigione dal coronavirus non antecedente i 180 giorni – sia per via aerea che marittima –

👉 IMPORTANTE: è necessario 1️⃣ uno tra questi quattro certificati + il formulario di salute pubblica spagnolo.

  1. Certificato di vaccinazione completa (2 dosi almeno)
  2. Test molecolare negativo se non vaccinati (effettuato nelle 48h antecedenti all’arrivo)
  3. Test antigenico negativo se non vaccinati (sempre nelle 48h antecedenti)
  4. Certificato di guarigione non antecedente i 180 giorni se non vaccinati

+ Formulario di salute pubblica spagnolo Spain Travel Health

Quindi sono ammessi sia i test antigenici che i tamponi PCR per viaggiare dall’Italia alla Spagna.

Per quanto riguarda l’ambito di Siviglia, la città dove vivo e dove faccio la guida turistica in italiano 🇮🇹 [questa è davvero l’occasione ideale per visitare Siviglia con me! mandami 📧E-mail o un whatsapp 📱+34625534158, scopri Siviglia e i suoi monumenti UNESCO – prenota adesso, paghi il giorno della visita, cancellazione gratuita – 👋Carlo guida turistica con pantentino abilitato ed interprete del patrimonio di Siviglia- ] , è da sottolineare lo sforzo realizzato dalle autorità pubbliche sivigliane e dalle aziende e dai lavoratori privati del settore turistico: l’obiettivo è sempre stato quello di offrire un’immagine di Siviglia come una città sicura e che è sempre stata seguita ogni norma di sicurezza.

Monumenti? Come si sono adattati?

Patio delle donzelle – Alcázar di Siviglia – Visita guidata

Il risultato di questo adattamento alla nuova realtà si può verificare con una visita presso l’Alcazar di Siviglia (il palazzo reale) dove le misure sanitarie sono molto rigorose. Se vuoi saperne di più vedi ti consiglio questo articolo su come comprare i biglietti dell’Alcazar e le misure di sicurezza adottate.

D’altra parte la Cattedrale di Siviglia è stata riaperta il 10 maggio 2021. Ha ridotto l’affluenza dei visitatori e l’orario d’apertura per cui è molto consigliabile la prenotazione dei biglietti online (evitando in questo modo file e agglomerazioni all’entrata); in qualsiasi momento si deve mantenere una distanza di sicurezza e l’uso obbligatorio della mascherina.

Dai uno sguardo al mio tour guidato della Cattedrale e dell’Alcazar solo in italiano 🇮🇹

Vediamo i monumenti UNESCO, parliamo di arte, cultura e storia e già che ci siamo ci divertiamo!

Visita Alcazar e Cattedrale Siviglia e Giralda: guida in Italiano

È obbligatorio il Green Pass per entrare nei locali pubblici a Siviglia?

Dal 20 dicembre 2021 è obbligatorio a Siviglia e in Andalusia presentare il GreenPass per poter entrare nei bar, ristoranti, discoteche, ospedali e case di riposo e vige sempre l’obbligo di indossare le mascherine in zone al chiuso. In Spagna non si chiama GreenPass, bensì “PASAPORTE COVID o CERTIFICADO COVID”.

Molto probabilmente non sarà più obbligatorio dal 16 febbraio 2022, perciò sarà possibile entrare nei bar, ristoranti, centri sanitari o sociosanitari senza doverlo presentare. Per ulteriori info leggi qua

🚨🚨 Non è richiesto per entrare nei monumenti o nei musei.

È un Certificato Digitale Europeo, quindi il GreenPass italiano anch’esso europeo ha la stessa validità anche in Spagna e si richiede esattamente come in Italia con uno scanner tramite codice QR; quindi è valido sia il formato cartaceo che digitale sul cellulare.

Fonte PERIÓDICO ABC

Bar, ristoranti e hotel?

Questi adattamenti si possono constatare presso la maggior parte degli hotel, dei negozi o dei ristoranti (nonostante alcune pochissime eccezioni inevitabili, mio malgrado) dove si mantengono le distanze dovute tra un tavolino e l’altro, si seguono le misure d’igiene e la mascherina è obbligatoria per i camerieri e per i clienti.

Siviglia ha il grande vantaggio di essere una città con una temperatura molto mite durante tutto l’inverno e la primavera e di conseguenza la maggior parte dei bar e ristoranti hanno molte zone abilitate all’aperto. Tuttavia gli sforzi economici e materiali non sono stati pochi come d’altronte è accaduto anche in Italia.

Siviglia, secondo le autorità spagnole ed europee, è considerata una destinazione sicura.


Com’è la situazione a Siviglia adesso? Cosa si può fare?

Attualmente la situazione sanitaria a Siviglia è in fase di diminuzione progressiva di casi (febbraio 2022); comunque si mantiene indipendenza oraria ai negozi e alla ristorazione, oltre a permettere libertà di circolazione tra regioni e provincie.

Per avere informazione aggiornata vi lascio il link sulla situazione attuale a Siviglia e provincia tramite il link della regione (Junta de Andalucía):

Situazione sanitaria attuale a Siviglia secondo le autorità andaluse

Vediamo le norme sanitarie anti-Covid a Siviglia [aggiornate febbraio 2022]

📢 Il 10 maggio 2021 è scaduto lo stato d’allarme in Spagna (e non rinnovato) quindi è stata soppressa la maggior parte delle misure legislative anti-covid.

1️⃣ Spostamento tra provincie e regioni permesso ✅

È possibile spostarsi da una provincia all’altra all’interno della regione Andalusia [per esempio è possibile viaggiare a Granada, Malaga o Cadice da Siviglia] e tra una regione e l’altra (qua vengono chiamate Comunità Autonome – Comunidades Autonomas).

Quindi se risiedi, vivi o stai visitando Siviglia potrai anche andare a Madrid o a Barcellona oltre a visitare le bellissime spiagge oceaniche di Cadice o scoprire l’affascinante Alhambra di Granada o visitare la Mezquita di Cordova. L’Andalusia rappresenta la seconda regione più estesa della Spagna e la più popolata in assoluto (quasi 8 milioni e 500 mila abitanti), quindi offre un ventaglio molto ampio di alternative culturali come destino turistico.

2️⃣ Il coprifuoco è stato abolito il 10 maggio 2021

Quindi ci si può spostare senza nessun tipo di restrizione, né fascia oraria in Andalusia (è stato rintrodotto il coprifuoco presso altre regioni dovuto all’aumento di casi – luglio 2021)

3️⃣ Orario d’apertura dei negozi

I bar ed i ristoranti possono rimanere aperti fino alle 2:00h di notte. Le discoteche non hanno orario di chiusura.

🚨 Comunque la situazione cambia giornalmente e quest’articolo si aggiornerà appena avvengono cambi.

☝ Incongruenza legislativa (parere personale): paradossalmente l’UE mi permette di prendere un volo all’interno dell’UE (per esempio, da Milano a Siviglia) senza giustificazione (però presentando sempre un tampone negativo) ma se vivo o alloggio a Siviglia non posso spostarmi tra una regione e l’altra [salvo per motivi di lavoro o di salute].

Prima di prenotare un viaggio a Siviglia verificate attentamente le condizioni sanitarie e legislative della destinazione. Evitate sorprese innecessarie anche se la situazione è migliorata moltissimo negli ultimi giorni.

Che monumenti si possono visitare adesso a Siviglia?

L’ Alcazar, la Piazza di Spagna, la Cattedrale e la maggior parte dei musei e le case signorili rimangono aperti seguendo delle misure sanitarie molto ferree, la Cattedrale è stata riaperta il 10 maggio 2021 mentre la Maestranza (l’arena delle corride) è stata riaperta il 3 giugno.

Quali sono i requisiti sanitari per viaggiare a Siviglia adesso?

📣 Non è obbligatoria la quarantena in Spagna per i voli predecenti dall’UE.

Il governo spagnolo ha introdotto prima di natale una normativa sanitaria che obbliga a ogni viaggiatore che vuole recarsi in Spagna a presentare un certificato sanitario che dimostri che il turista ha realizzato una prova PCR con resultato negativo o un tampone antigenico entro le 48h precedenti il volo, o un certificato di vaccinazione completa o un certificato di guarigione dal coronavirus non antecedente i 180 giorni. 

L’obbligo di presentare questo certificato (scritto in inglese o in spagnolo) è entrato in vigore dal 23 novembre 2020.

Quali sono i passi? Cosa devo fare? Che documenti presentare?

Bisogna persentare un documento chiamato “formulario di salute pubblica” che include l’obbligo di allegare il Green Pass (qua in Spagna chiamato “Pasaporte Covid”), un certificato di guarigione o il certificato che dimostri la negatività della prova molecolare o antigenica realizzata poche ore prima del volo e fatta in Italia.

È necessario compilare e firmare questo documento per via telematica alla web Spain Travel Health o tramite le Apps per dispositivi Android o iOs.

Dopo la firma, si ottiene un codice QR che si dovrà presentare obbligatoriamente all’arrivo in Spagna (sono validi sia il formato digitale che quello cartaceo).

Quindi ricapitolando:

1️⃣ Compilare e presentare il formulario di salute pubblica– solo formato digitale (si scarica sul cellulare)

2️⃣ Allegare al formulario, o il certificato di negatività del tampone PCR, o il tampone antigenico (o molecolare) entro le 48ore precedenti il volo, o un certificato di vaccinazione completa (il green pass, almeno 2 dosi) o un certificato di guarigione dal coronavirus non antecedente i 180 giorni. 

☝️ Bisogna compilare e presentare un certificato per ogni persona e viaggio, con un utente diverso per ogni turista.

OFF TOPIC 😎 Cosa farai quando arrivi a Siviglia? Scopri la Cattedrale di Siviglia e l’Alcázar con il mio tour guidato di Siviglia in italiano!

Che tipo di controllo si realizza quando arrivo a Siviglia?

Il controllo si realizza se si viaggia in aereo o per via marittima

  1. 🌡 Si misura la temperatura
  2. 🛂 Si controlla la carta d’identità o passaporto
  3. 👀 Si verifica lo stato di salute del passeggero
  4. 📱📜 Si richiede il formulario di salute pubblica con allegato il certificato di negatività PCR o antigenico. –> all’arrivo in aeroporto vi scannerizzeranno il formulario Spain Travel Health

Se il controllo sanitario riporta indizi di sintomi legati al virus, il passeggero dovrà realizzare un ulteriore tampone presso l’aeroporto d’arrivo in Spagna, stesso discorso se non si presenta il formulario spagnolo.

Fonti: https://www.spain.info/es/descubrir-espana/informacion-practica-turistas-covid-19-viajar-espana/ e https://www.sspa.juntadeandalucia.es/servicioandaluzdesalud/ciudadania/consejos-de-salud/nuevo-coronavirus-informacion-sobre-la-alerta


Cosa fare prima di rientrare in italia?

Da 16 dicembre 2021 al 31 gennaio 2022 è obbligatorio presentare questi 3 documenti:

🚨🚨 Dal 1 febbraio 2022 non è più obbligatorio presentare il test negativo (molecolare o antigenico) prima del rientro in Italia se si è in possesso del green pass (anche non rafforzato), mentre se non si è vaccinati o non si è in possesso del green pass è obbligatorio un tampone prima del volo di ritorno.

Per ulteriori aggiornamenti vai sul sito del Ministero della Salute Italiano https://www.salute.gov.it/viaggiatori

Cosa fare quindi adesso dal 1 febbraio?

1️⃣  Compilare il modulo di localizzazione del passeggero scaricabile su https://app.euplf.eu/#/ e da presentare sul cellulare in formato digitale o cartaceo.

2️⃣ Presentare e allegare il certificato di avvenuta vaccinazione (GreenPass) o quello di avvenuta guarigione. Uno dei due certificati.

3️⃣ Presentare il test negativo molecolare (PCR) effettuato nelle 48 ore antecedenti all’ingresso oppure un tampone antigenico, effettuato nelle 24 ore antecedenti all’ingresso. –> obbligo scaduto il 1 febbraio

Vi consiglio di consultare sempre le fonti ufficiali, in questo caso anche il sito dell’Ambasciata di Madrid. Clicca qui . 🚨🚨 Questo articolo è stato scritto solo a fini informativi ed è esento da qualsiasi responsabilità in merito e da eventuali aggiornamenti da parte del Governo Italiano.

Dove fare il tampone a Siviglia?

Ci sono vari laboratori a Siviglia dove realizzare un test antigenico anche se, come detto nel paragrafo precedente, ormai non è più obbligatiorio presentare il tampone al rientro in Italia dal 1 febbraio 2022.

1️⃣ Consiglio il Laboratorio Echevarne, nelle vicinanze del centro storico e con ampio orario – aperto da lunedì a venerdì (test antigenici dai 35€ ai 40€). Il grande vantaggio è che non è necessaria la prenotazione e sono sempre disponibili, inoltre si trova a 2 passi dai monuenti principali del centro storico come la Cattedrale e l’Alcazar, quindi senza la necessità di prendere mezzi di trasporto. Vi rilasciano il certificato di negatività in inglese in pochi minuti sia in formato cartaceo che digitale. Mandategli una email per confermare l’orario e la disponibilità. È aperto da lunedì a venerdì.

2️⃣ Un’altra alternativa altrettanto valida è la clinica Horizon Medical Group, presso Calle Miño, 10. È necessaria la prenotazione. È aperto da lunedì a venerdì.

Dove fanno i tamponi all’aeroporto di Siviglia?

Se cercate un’opzione più economica (test antigenici a 30€) andate su www.flycovidtestcenter.com è un laboratorio che si trova all’interno dell’aeroporto di Siviglia. Importante: bisogna prenotare sul loro sito con un certo anticipo perché la disponibilità è abbastanza ridotta, però, in cambio, sono aperti tutti i fine settimana.

Dove fare il tampone i fine settimana a Siviglia?

Se non riuscite a trovare altro, o se è tutto prenotato vi consiglio l’ Hospital Fátima, [indirizzo Avenida de la Palmera, 2 Sevilla], effettua i test antigenici anche i fine settimana comprese le domeniche. Il test antigenico costa 30€ a persona e vi daranno il risultato in pochi minuti. Per qualsiasi dubbio, vi consiglio di mandare una email all’ospedale per confermare gli orari e la disponibilità (rispondono in inglese).

Le farmacie sono autorizzate a rilasciare il certificato del test antigenico in Andalusia?

NO. Però sono autorizzate a vendere gli auto-test antigenici. Comunque non esiste più l’obbligo di presentare il certificado di negatività antigenico prima del rientro in Italia. La vendita dei tamponi non è ancora autorizzata nei supermercati in Andalusia.

OFF TOPIC 😎 Cosa farai quando arrivi a Siviglia? Scopri la Cattedrale di Siviglia e l’Alcázar con il mio tour guidato di Siviglia in italiano!

Precisazioni importanti

🚨 IMPORTANTE: se dovete chiedermi informazioni reperibili su questo articolo, (come per esempio, “dove fare il tampone a Siviglia di domenica?” o “Com’è la situazione dei casi a Siviglia?” vi consiglio di rileggerlo con attenzione prima di scrivermi (perché vi inoltrerò la stessa informazione fornita nell’articolo, soprattutto quando la domanda ha già una risposta 😉).

Inoltre per l’ufficialità dell’informazione (e correlativi aggiornamenti) vi consiglio sempre di leggere il sito dell’Ambasciata di Madrid e quello della Farnesina o quello del Ministero della Salute Italiano. Quest’articolo è stato scritto solo a fini informativi, non deliberativi ⚖️, viaggiare a Siviglia alla fine è una vostra decisione personale 🤷‍♂️ (purtroppo non leggo il futuro né sono virologo né epidemiologo 😂).

🚨 IMPORTANTE: non svolgo nessuna prenotazione a nessun centro, non è il mio lavoro né è la mia responsabilità, inoltre esistono cliniche che non necessitano prenotazione. Comunque non preoccupatevi, tutte le cliniche sapranno rispondervi almeno in inglese.

Se volete conoscere a fondo la situazione epidemiologica, vi lascio il report “situazione Covid” su Siviglia e sull’Andalusia, rilasciato dalla Junta de Andalucía. Clicca. Potrete sapere con precisione il numero dei casi accumulati giornalieri (ultimi 14 e 7 giorni). Altrimenti su questo sito nazionale

Cosa fare se si è positivi al covid a Siviglia?

Assicurazione viaggio gratis della Regione Andalusia

La Regione Andalusia mette a disposizione a tutti i viaggiatori internazionali non residenti un’assicurazione viaggio gratuita, per ulteriori informazioni vi consiglio di leggere il sito

Consolato italiano a Siviglia

Inoltre, qualora risultiate “positivi” in territorio spagnolo o per qualsiasi altra emergenza o per ulteriori delucidazioni vi consiglio di chiamare il Consolato Italiano a Siviglia:

C/Fabiola, 10 – cp: 41004, Siviglia
email: siviglia.onorario@esteri.it
Si riceve al pubblico esclusivamente su appuntamento da concordare via email presso la casella siviglia.onorario@esteri.it oppure telefonicamente al numero +34 954226964

Ci sono voli diretti adesso a Siviglia dall’Italia ✈?

Sbirciando sui siti delle tre compagnie aeree principali (Ryanair, Vueling e Iberia) che collegano Siviglia con l’Italia attualmente sono operativi voli diretti con le principali città italiane dalla prima settimana di giugno 2021, anche se con candenza settimanale o 4-5 volte a settimana. Ryanair adesso offre delle tariffe molto economiche se si prenota con un certo anticipo.


È obbligatorio l’uso delle mascherine a Siviglia 😷?

Non è più obbligatorio l’uso delle mascherine presso tutti gli spazi pubblici all’aperto (febbraio 2022), mentre vige l’obbligo di indossarle al chiuso ( bar, ristoranti, monumenti, mezzi pubblici, musei e monumenti etc). Quindi munitevi di mascherine. Le multe vanno dai 600€ in su se entrate senza mascherina. Sui mezzi pubblici si possono indossare mascherine chirurgiche o FFP2 e non si chiede il GreenPass.


Vantaggi di viaggiare a Siviglia adesso

1️⃣ Sicuramente l’attuale situazione sanitaria vi permette di visitare la città ed i suoi monumenti senza agglomerazioni né folle.

2️⃣ Prenotare un hotel o un volo non è mai stato così economico.

3️⃣ Bar e ristoranti vi possono servire fino alle 2:00h

4️⃣ Tutti i monumenti sono riaperti alle visite culturali, quindi si possono visitare ( anche la Cattedrale)

5️⃣ Il centro storico ricomincia a riattivarsi, con l’apertura progressiva di negozi.

6️⃣ Sono ripresi i voli diretti dall’Italia a prezzi davvero stracciati.

7️⃣ Tampone PCR o test antigenico non è più richiesto per i vaccinati prima del rientro in Italia.

Svantaggi

1️⃣ La situazione sanitaria può cambiare, però sembra che i motivi per essere ottimisti siano molto fondati. 🤞 Dipende soprattutto da noi, se potete farlo, VACCINATEVI 💉

2️⃣ Evitate posti affollati, al chiuso e senza distanza di sicurezza: usate il buonsenso (e le mascherine) e una certa accortezza. Siviglia ha moltissime zone abilitate all’aperto (bar, hotel, ristoranti, parchi..).

Conclusioni personali

Credo che sia arrivato il momento giusto per poter viaggiare con una certa sicurezza sanitaria a Siviglia, approfittatene adesso dato che la situazione sanitaria attuale sembra che stia migliorando progressivamente.

Inoltre si possono ancora trovare voli e alloggi a prezzi stracciati.


Prenota una visita guidata in italiano 🇮🇹

💃 Paga il giorno della visita 💃

⏩ Qualora decidiate di viaggiare a Siviglia, organizzo e svolgo visite guidate a Siviglia in italiano. Chiamatemi o mandatemi un whatsapp al 📱+34625534158 o un’ 📧 E-mail. Sono guida turistica ed interprete del patrimonio in italiano 🇮🇹 madrelingua. Prenotazione e cancellazione gratuita e visita privata seguendo le esigenti misure di sicurezza anti-covid. Non chiedo nessuna caparra in anticipo, si paga tutto il giorno della visita! Organizzo anche tour guidati della Cattedrale, dell’Alcazar e del quartiere ebraico!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.